Festival Io R*Esisto 2019

Dal 19 al 22 settembre al Palaexpo di Empoli!!!

L’attesa è finita!
Dopo un anno di pausa, torna il festival IoResisto 2019, giunto alla sua decima edizione!

banner io resisto 2019_o

Quattro giorni di condivisione e incontri tra dibattiti e concerti al Palazzo delle Esposizioni.
Vi accoglieremo con bar e birreria! Ci sarà modo di divertirsi e ballare ma anche di approfondire argomenti e valori oggi più che mai attuali, i quali, quest’anno, ruoteranno attorno ad un unico tema che abbiamo voluto scegliere per il festival: la SOLIDARIETA’.

PROGRAMMA COMPLETO

Giovedì 19 settembre
Ore 18:30: Inaugurazione mostre FRONTIERE di Lisa Gelli e Nicola Alessandrini, CAS(A) VIVERE CHIEDENDO ASILO mostra fotografica di CO&ESO fotografie di Juan Ignacio Calcagno. Intervengono Roberto Franchini Presidente ANPI Empoli, Giulia Terreni Assessore alla Cultura Comune di Empoli, Le Vanvere illustratrici, Juan Ignacio Calcagno fotoreporter, Marco Peruzzi Presidente CO&ESO Empoli. Coordina Alessandro Marzi ANPI Empoli.
Ore 21:30: “LOTTA ALLE NUOVE DESTRE: STRUMENTI E PROPOSTE DI ASSOCIAZIONI E ISTITUZIONI”
Ne parliamo con Emilio Ricci Vice Presidente ANPI Nazionale, Sandra Bonsanti Presidente emerita Libertà e Giustizia, Marcello Ferreri funzionario della Regione Toscana. Coordina Vania Bagni Presidente provinciale ANPI Firenze.

Venerdì 20 settembre
Ore 18:00: AMBIENTE E FUTURO: E’ EMERGENZA? COSA E’ NECESSARIO FARE.
Ne parliamo con Fausto Ferruzza Presidente Lagambiente Toscana, Massimo Marconcini Assessore all’Ambiente Comune di Empoli, Rete degli Studenti Medi / UDU. Coordina Alessandro Cioni ANPI Empoli.
Ore 22:00: concerto MURUBUTU – Tenebra è la notte tour.

Sabato 21 settembre
Ore 17:30: DONNE E SOCIAL NETWORK. COME VINCERE LA BATTAGLIA CONTRO GLI HATERS.
Ne parliamo con Flavio Alivernini giornalista esperto di comunicazione politica, Cathy La Torre avvocata attivista di “Odiare ti costa”, Brenda Barnini Sindaco di Empoli, Amalia Chiovaro ANPI Empolese Valdelsa. Coordina Left.
Ore 22:00: concerto STATUTO

Domenica 22 settembre
“UN GIORNO PER MEDITERRANEA”
Il ricavato della giornata sarà interamente devoluto a Mediterranea Saving Humans.
Ore 17:30: ATTACCO ALLA SOLIDARIETA’.
ne parliamo con Left, ideatori del libro “E’ stato il vento. Mimmo Lucano a Riace, storia di una rivoluzione gentile”, gli attivisti di Mediterranea Saving Humans che racconteranno la loro esperienza.
A seguire concerto con gli ARTISTI PER MEDITERRANEA.

INGRESSO GRATUITO E APERITIVO TUTTE LE SERE. Birreria e bar sempre aperti.

Vi aspettiamo!!!

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

74° Anniversario della Partenza dei Volontari

Eppur bisogna andar…

DOMENICA 17 FEBBRAIO vi aspettiamo presso la nostra sede (c/o il Circolo A.R.C.I. di Santa Maria, in via Livornese 48 – Empoli) per ricordare insieme la partenza dei 530 volontari che, il 13 febbraio 1945, partirono da Empoli verso nord per continuare la lotta di liberazione e chiudere definitivamente i conti con il nazifascismo.

WhatsApp Image 2019-02-05 at 23.49.32

Ore 10.30 –  “GALASSIA NERA” – IL NEOFASCISMO CORRE SUL WEB, con Giovanni Baldini Redattore di Patria Indipendente  – L‘ideologia fascista e neofascista dilaga nel web: dalla nostalgia per il ventennio, alle formazioni politiche che inoculano e diffondono germi di ultradestra e che tramite i social network fanno proseliti.
Non si tratta sempre e solo di sparuti e isolati gruppi di fanatici: vi è un uso strategico di strumenti di comunicazione di massa.
Quante sono davvero queste pagine? Quali sono le più importanti? In che relazione sono fra di loro? Quanto sono seguite? Provare a rispondere è importante per comprendere, riconoscere e contrastare questo fenomeno.
Ore 13:00 – PRANZO IN RICORDO DEI 530 VOLONTARI – Dopo la presentazione, nella sala al primo piano del Circolo A.R.C.I. di Santa Maria, seguirà il PRANZO APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA per ricordare l’eroico gesto dei 530 giovani. 

Il menù si aprirà con una combinazione di antipasti sfiziosi, a seguire “le chicche rosse” (gnocchi radicchio, gorgonzola e noci), arista in porchetta accompagnata da arrosto di patate al profumo di rosmarino e funghi,  rollè di verdure come alternativa per chi richiede il menù vegetariano, per finire dolce fiordilatte al cioccolato o ai frutti di bosco, acqua e vino  Adulti 18 Euro, bambini 4-10 anni 8 Euro

Per prenotazione scrivere a anpi.empoli@gmail.com o chiamare Marco 339 24 64 909 o Roberto 392 59 86 098.

Vi Aspettiamo!!!!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

“Leggi razziali – Il razzismo in Italia e la sua eredità”

VENERDÌ 14 DICEMBRE al MUVE Empoli

In occasione dell’ottantesimo anno dalla promulgazione delle leggi razziali, in collaborazione con Aned e con il patrocinio del Comune di Empoli, l’Anpi di Empoli ha organizzato:
“Leggi razziali – Il razzismo in Italia e la sua eredità”.
Cos’è stato il razzismo in Italia, quali sono le sue radici? Nato nella seconda metà dell’800 con le prime ambizioni coloniali è stato esasperato dal fascismo con la promulgazione delle leggi razziali del 1938. La diffusione ossessiva di immagini e narrazioni discriminatorie tendenti alla degradazione delle società e culture africane, permearono gli sguardi attraverso i quali gli italiani hanno guardato a loro stessi e al resto del mondo. Quale eredità ci ha lasciato quel periodo storico? Cos’è il razzismo oggi? Gianmarco Mancosu e Angelica Pesarini ci proporranno un ritratto inusuale e interessantissimo del razzismo in Italia, a partire dalle vicende del colonialismo e della costruzione della nazione fino ad oggi.

BANNER SOCIAL

Ad 80 anni dalle leggi razziali in Italia promulgate dal fascismo nel 1938, forme implicite ed esplicite di intolleranza si stanno ripresentando con sempre maggior insistenza nella società italiana. Questa rielaborazione di discorsi e pratiche razziste mette in discussione non semplicemente i valori costituzionali su cui si basa l’Italia democratica, ma anche l’effettiva discontinuità tra l’esperienza dittatoriale e l’Italia post-fascista, viste le ambiguità con le quali la società ha affrontato le memorie più problematiche fascismo.

Le vicende legate al colonialismo italiano sono in questo senso emblematiche di come le eredità tossiche del ventennio si siano mimetizzate nella ricostruzione nazionale. L’Italia ha avuto ambizioni e progetti coloniali sin dalla seconda metà dell’ottocento. Il fascismo esasperò la portata nazionale e la violenza di questi progetti imperialistici, che culminarono con la dichiarazione dell’impero avvenuta nel maggio 1936. Proprio in quell’anno ci fu il primo tentativo sistematico di introdurre una legislazione discriminatoria nei confronti di alcuni abitanti delle colonie africane, normative inasprite negli anni successivi in modo da creare una vera e propria gerarchia razziale chiamata ad organizzare l’impero del fascismo.

Queste normative, insieme alla diffusione ossessiva di immagini e narrazioni discriminatorie tendenti alla degradazione delle società e culture africane, permearono gli sguardi attraverso i quali gli italiani hanno guardato a loro stessi e al resto del mondo. L’ambiguo processo di decolonizzazione non ha incentivato una presa di coscienza pubblica dei crimini e del razzismo coloniale, e la mancata decolonizzazione degli immaginari ha permesso a quel costrutto ideologico e culturale di riverberare fino ai giorni nostri. In questo incontro approfondiremo le radici del razzismo coloniale italiano, in modo da inserirlo in un discorso più ampio su come la creazione e discriminazione dell’alterità siano state – e, per certi versi, siano tutt’oggi – elementi fondamentali per la costruzione fittizia di un’idea di omogeneità nazionale.

Venerdì 14, Gianmarco Mancosu, storico del colonialismo alla University of Warwick, tramite l’uso di immagini e frammenti di cinegiornali tratti dall’Archivio dell’Istituto Luce, proporrà una lettura dell’esperienza coloniale italiana (1869-1960) in modo da sottolineare la connessione tra colonialismo e costruzione della nazione. Angelica Pesarini, docente in sociologia alla New York University di Firenze, traccerà storie di vita e percorsi migratori di donne italiane nere partendo dagli anni di colonizzazione e fascismo in Africa Orientale Italiana per giungere all’Italia repubblicana degli anni ’70.

Vi aspettiamo!!!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

18 NOVEMBRE “L’umanità al potere” GIORNATA TESSERAMENTO ANPI

BANNER SOCIAL

Domenica 18 novembre, in occasione di una delle giornate nazionali del tesseramento ANPI 2019 il Comitato ANPI Empolese Valdelsa e il Comitato Provinciale di Firenze, in collaborazione con l’associazione Noi da Grandi, ha organizzato a Empoli, presso La Vela M.Hack, in via della Chiesa a Avane (ex mercato ortofrutticolo), una giornata di tesseramento ricca di iniziative!

PROGRAMMA DELLA GIORNATA – INGRESSO LIBERO

Ore 16.30 – ANPI: CHI SIAMO – Intervista alla Presidente Nazionale ANPI CARLA NESPOLO a cura di Leonardo Filippi della redazione di Left.  Carla Nespolo racconterà l’associazione attraverso il dialogo con il giornalista e con chiunque dei presenti voglia intervenire con curiosità.

Ore 18.30 – PROIEZIONE FILM “Il Volo” di Wim Wenders. Il regista de “Il Cielo sopra Berlino”  racconta un luogo dove l’accoglienza è una possibilità concreta: Riace e Caulonia, un viaggio nella Calabria che ha aperto le proprie case ai profughi di tutto il mondo. Sarà nostro ospite il produttore esecutivo del cortometraggio, Claudio Gabriele.

Ore 19.30 – DON MASSIMO BIANCALANI parroco della chiesa di Vicofaro (PT), il protagonista di una vera e propria lotta a favore dei migranti e dell’accoglienza ci racconta la sua esperienza, tra difficoltà e soddisfazioni.

Ore 20.00 – CENA “L’umanità al potere” – a cena tutti insieme, il ricavato sarà devoluto all’associazione per l’accoglienza di Don Biancalani. Costo 18 euro, la prenotazione è obbligatoria al numero 329/7449015.

Invitiamo tutte e tutti a venire a trovarci e partecipare. Il clima che si respira, sia a livello nazionale che a livello mondiale, intriso di odio e rigurgiti chiaramente fascisti, non è più tollerabile e ci impone di muoverci insieme, di  mobilitarci per arginare una deriva molto pericolosa per la nostra democrazia. Abbiamo il dovere di attraversare questo tempo evitando la tentazione di cadere in facili egoismi. L’unica arma che possiamo imbracciare è la nostra Costituzione, nata dalla lotta antifascista, garante dei principi di libertà, democrazia e solidarietà verso i più deboli.

Non è più tempo di aspettare, riportiamo L’UMANITÀ AL POTERE!

 

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

“LUIGI VEZZOSI. UN ANTIFASCISTA TOSCANO RESPINTO DALLA DEMOCRAZIA” di Andrea Ventura

Sabato 20 ottobre alle ore 10.00,  presentazione del libro “Luigi Vezzosi. Un antifascista toscano respinto dalla democrazia” scritto da Andrea Ventura.

IMMAGINE PER SITO

Nella splendida cornice del Cenacolo degli Agostiniani l’autore dialogherà con Gianluca Fulvetti, storico, docente all’Università di Pisa e componente del CdA dell’Istituto nazionale Ferruccio Parri. Interverranno il sindaco, Brenda Barnini, il presidente provinciale ANPI Pisa, Bruno Possenti e del presidente della sezione ANPI Empoli, Roberto Franchini.

Il libro, edito per i tipi di Tagete di Pontedera, è nato per iniziativa del Comitato provinciale ANPI di Pisa, che ha incaricato delle ricerche storiche l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea (ISREC) di Lucca, di cui Andrea Ventura è direttore. Il volume presenta una dettagliata biografia dell’antifascista empolese, nato nel 1905 ed arrestato a seguito dei cruenti fatti di Empoli del marzo 1921. Inserita negli stravolgimenti storici dell’Italia novecentesca, attraverso l’opera di Ventura, la parabola di Vezzosi permette un’analisi oggettiva delle forze e dei contesti che ne accompagnarono le svolte, dall’antifascismo allo squadrismo, dalla dittatura fascista alla guerra, dalle speranze della Liberazione alle contraddizioni e ai limiti dell’Italia repubblicana.

INGRESSO LIBERO

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

21 ottobre 2018 “SCARPE ROTTE EPPUR BISOGNA ANDAR”

locandina per sito

Uniamo il piacere di una bella passeggiata sul Monte Morello alla conoscenza dei luoghi protagonisti della resistenza insieme agli amici della Uisp Empoli Valdelsa: SPORT PER TUTTI !!!

Monte Morello è stato testimone dei primi passi della Resistenza fiorentina, delle prime sanguinose battaglie, dei sentieri fuori mano delle staffette. Monte Morello ha visto un campo di prigionia per soldati nemici, i rastrellamenti, le fucilazioni di antifascisti, lo stragismo dei nazifascisti, la distruzione della guerra.

Partendo dalla Cappella di Ceppeto, luogo di ritrovo delle prime bande ancora in fase di organizzazione e dei tentativi di debellarle, passeremo al tragico peso sostenuto da chi su Monte Morello semplicemente viveva o lavorava per poi passare al luogo degli ultimi istanti di un gruppo di un gruppo di antifascisti di Cercina, traditi da una delazione. Risalendo nel bosco che venne martellato dall’artiglieria alleata nelle ultime fasi del passaggio del fronte arriveremo agli Scollini, luogo della famosa battaglia del 1944.

Completeremo il giro passando dal lato settentrionale del monte, affacciandoci sulla stretta valle che porta a Cerreto Maggio, dove i contadini aiutarono soldati inglesi e partigiani; protagonisti di quella Resistenza civile che, anche qui, ha pagato un prezzo altissimo.

INFORMAZIONI

TELEFONO: 3403385653 (Alessandro) 3331014027 (Emanuela)
MAIL: anpi.empoli@gmail.com
RITROVO: ore 8:15, davanti al Pala Aramini di Empoli in Viale delle Olimpiadi, tragitto con mezzo proprio.
LUNGHEZZA DEL PERCORSO 5 km.
DIFFICOLTÀ TECNICA: Facile, adatto a tutti.
OCCORRENTE:  pranzo a sacco e abbigliamento sportivo e comodo per l’escursione.

Il rientro a Empoli è previsto nel pomeriggio.

La partecipazione è totalmente GRATUITA. Vi aspettiamo!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

25 APRILE 2018 SERRAVALLE RESISTENTE

immagine sito

Anche quest’anno, il 25 Aprile, in occasione dei festeggiamenti per la Liberazione dal nazifascismo, torneremo con un programma giornaliero ricco di appuntamenti.

– Al mattino, a partire dalle ore 10, dopo la celebrazione della Santa Messa in suffragio ai Caduti nella Guerra di Liberazione, presso la Collegiata di S. Andrea, deposizione delle corone in Piazza del Popolo, Piazza 24 Luglio, Piazza del Convento e nella frazione di Fontanella.
– Alle ore 13, presso i Circoli Arci di Santa Maria e Monterappoli, i Pranzi Antifascisti. Menù Circolo di Santa Maria: Antipasto toscano, ravioli rosè, Scaloppine ai funghi e contorno, dolce, acqua e vino (su richiesta menù vegetariano). contatti: Piero 3357556921 Circolo Arci S. Maria 057182728. Menù Circolo di Monterappoli: Taglieri rustici con salumi artigianali, Pecorino fresco spalla e baccelli, Risotto con crema di carciofi, Pecorino e carciofi fritti, Paccheri artigianali “je sò pazzo”(ragù napoletano con rosticciana), Peposo dell’impruneta su crema di patate, Cremoso alla ricotta con miele, fragole e menta. Contatti: Davide 3394293031.
– A partire dalle ore 12 e per tutto il pomeriggio, Serravalle Resistente. Ci troverete, come ogni anno, al Parco di Serravalle, per la tradizionale Merenda Partigiana. Il nostro bar, aperto sin dalle ore 12, vi potrà supportare per i vostri pic nic. Musica a cura degli Arcambold e letture de Le Pupille . Saranno presenti molte associazioni del nostro territorio.

Vi aspettiamo!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento